Home

Nord Evia

Per prima cosa chiariamo che il nome corretto è Evia, Euboia nn è altro che la lettura della trascrizione lettera per lettera dal greco, dove però la b si pronuncia v.

 L’isola di Evia lunga e sottile, si può per comodità dividere in Evia del nord e del sud considerando come linea di confine Chalkida, pronunciata halkida, capitale dell’isola. Le due parti sono molto differenti come ambiente e turismo. Il sud dell’isola è molto più brullo e vede una presenza turistica più massiccia, anche straniera, data l’estrema vicinanza ad Atene e le strutture turistiche. Il nord invece è boscoso e montagnoso, il turismo è minore e costituito quasi essenzialmente da Greci.

Il nord Evia non è ciò che ci si aspetta da un’isola Greca da cartolina, poca della bella architettura di una volta è stata mantenuta e non ci sono bianche spiagge sabbiose. In compenso è un’isola molto verde, collinare e boscosa e l’aspetto in apparenza poco allettante ha contribuito a mantenerla lontana dai flussi turistici di massa preservando la vera autenticità della zona e dei suoi abitanti.

Nel Nord Evia troverete sicuramente la vera Grecia e la vera Grecità ma non troverete i paesini bianchi e blu. Potrete trovare stupendi panorami affacciandovi da un bosco sul mare, spiagge prevalentemente sassose, e paesaggi marini e di montagna percorrendo pochi km. La stessa popolazione si divide tra gente di montagna e gente di mare per quanto a noi possa sembrare strano considerare di montagna un paese dalle cui finestre si vede il mare.

La presenza turistica si concentra nel periodo che va tra la seconda metà di luglio e la fine di Agosto, lasciando Evia agli isolani durante il resto dell’anno. Qualche presenza in più durante i week end estivi dovuta alle numerose seconde case o al ritorno di ex Eviani che ormai lavorano e vivono in Grecia. Altro momento caldo, da consigliare in quanto molto caratteristico, è sicuramente la settimana della pasqua ortodossa molto sentita dai Greci. Equivale forse a un nostro natale in quanto a partecipazione. Durante questo periodo, che di solito coincide con le prime giornate calde, le famiglie si riuniscono nei loro luoghi di origine arrostendo gli agnelli su spiedi all’aperto e annaffiando i pranzi con vino o cipuro.

Come arrivare
Si può arrivare nel Nord Evia via mare o via terra. 

  • Via mare : Percorrendo l’autostrada che da Atena va in direzione Lamia si incontra dopo circa 1h e40 di viaggio da Atene  l’uscita per Arkitsa. Sul cartello è specificato ferry boat. Dal porto di Arkitsa partono ad intervalli regolari traghetti che in 45 min di viaggio raggiungono Edipsou, attraversando lo stretto canale che la divide dalla costa del continente. I traghetti sono naturalmente più rari in Inverno. L’ultima corsa è intorno alle 10 di sera d’estate e alle 9 in inverno ma gli orari variano rispetto al giorno della settimana. Utilizzando il traghetto si sbarca all’estremo nord dell’isola.
  • Via terra: Chalkida è collegata al continente da un ponte. Percorrendo l’autostrada che da Atene va in direzione Lamia dopo circa 45min, 1 h da Atene si raggiunge l’uscita per Chalkida. Passato il ponte Seguendo la strada verso Nord in uscita da Chalkida supererete le montagne e arriverete fino all’estrema costa a nord dell’isola. La strada diventa di montagna per cui non è di veloce percorrenza. Da Chalkina a Edipsou via terra ci vogliono circa 2h, 2h e mezza. Consiglio la strada a chi non ha fretta e vuole farsi un’idea di tutti i paesaggi che si possono incontrare nella zona, magari fermandosi a comprare miele o verdura in uno dei banchetti sulla strada in montagna.
  • Bus: Dalla stazione di Atene da cui partono i bus per il nord del paese c’è un bus che ferma in tutte le località del nord Evia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *